Arca dei Suoni dà il benvenuto nel sito “Scuolamuseo” che ospita il Repertorio delle esperienze didattiche nel campo dei beni culturali e dell’identità siciliana - REDIBIS.
Questo nuovo archivio, permette agli elaborati prodotti dagli istituti scolastici di ogni ordine e grado, realizzati in oltre 10 anni di attività promosse dal Servizio Valorizzazione del Dipartimento dei Beni Culturali della Regione Siciliana, di ritornare alla luce per essere conosciuti e fruiti dagli utenti del web.

Scuolamuseo – REDIBIS nasce come sviluppo ulteriore del progetto Arca dei Suoni, a cura dell'Unità Operativa 3 - Valorizzazione e musealizzazione fondi documentali e gabinetti di restauro, archivi e teche, R.E.I.S., L.I.M. (ex U.O. IX, ex U.O. VIII, ex U.O. 4), del Centro Regionale per l'Inventario, la Catalogazione e la Documentazione grafica, fotografica, aerofotogrammetrica e audiovisiva, in collaborazione con il Servizio Valorizzazione del Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.

Italia Nostra Palermo pubblica i materiali del Corso di Formazione 2016/2017

Finalmente disponibili sul sito di Italia Nostra, sezione di Palermo, i materiali didattici relativi al Corso di formazione per docenti

Di Paesaggio in paesaggio.
Il patrimonio culturale e paesaggistico come risorsa di identità sociale e culturale, premessa alla cittadinanza consapevole

diretto da Anna Maria Adamo e coordinato da Adriana Chirco.

I seminari hanno avuto luogo presso il Punto Flaccovio,via Federico Garcia Lorca, 5 - Palermo fra il mese di ottobre 2016 e il mese di marzo 2017.

Il programma del corso è interamente consultabile all'indirizzo:

http://www.italianostraedu.org/wp-content/uploads/2016/10/programma-corso-Palermo-IN-new1.pdf

La ricca documentazione prodotta può essere consultata e scaricata all'url:

http://www.italianostrapa.it/corso-docenti-2016-2017.html.

   

 

 

 

 

 

 

(Foto Francesco Passante - CRICD)

“Ti racconto il Museo di Petralia Soprana”: i giovani del “Malaspina” incontrano l’archeologia.

“Ti racconto il Museo di Petralia Soprana”

Museo senza barriere.

I giovani dell’Istituto penale per minorenni “Malaspina” incontrano l’archeologia.

Palazzo Ajutamicristo 8 maggio 2018

Vista la proficua e costruttiva esperienza del 2016,che ha visto il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, La Soprintendenza BB.CC.AA. di Palermo, ICOM Sicilia e l’Istituto penale per minorenni di Palermo coinvolti nel progetto “Fatti un giro Bellezza”, anche quest’anno si è volutosostenere e favorire un’iniziativa che, attenendosi alle finalità insite nel progetto suddetto, creasse un forte legame tra la cultura e la bellezza ed il sociale.

Mentre nel 2016 il progetto ha riguardato il Castello a Mare di Palermo, nel 2017 si è pensato di interessare il territorio, coinvolgendo un Comune ricco di storia e di tradizioni, quello di Petralia Soprana, che sta allestendo un Museo, denominato “Della Memoria e del Presente”. Una scelta non casuale perché proprio questo Museo è un esempio della possibilità di cambiamento, di svolta decisiva che può derivare dalla Cultura: l’ex carcere di Petralia Soprana, infatti, diviene sede del Museo Civico,raccogliendo oggetti che raccontano la storia di quest’area delle Madonie tra passato e presente. Un luogo di detenzione si trasforma in un contesto aperto a tutti e che invita alla visita.

Il titolo “Ti racconto il Museo di Petralia Soprana” sintetizza la volontà di sentire il Museo ed i suoi contenuti come “cose” da raccontare, con modalità diverse in relazione alla condizione ed al punto di vista del Narratore, che in questo caso sono i giovani ospiti del Malaspina, gli operatori del carcere, i rappresentanti della Soprintendenza, del Museo Civico di Petralia e di ICOM.

Leggi tutto: “Ti racconto il Museo di Petralia Soprana”: i giovani del “Malaspina” incontrano l’archeologia.

23A Settimana Alfonsiana. Palermo, 23/30 settembre 2017

 

Logo della Rivista Segno, Palermo

Programma della 23A Settimana Alfonsiana 

 

 Il discorso dei due pani

“Volete andarvene anche voi?”. Questo interrogativo ai Dodici – tema della 23A Settimana Alfonsiana – chiude il discorso che Gesù, nel cap. 6° del Vangelo di Giovanni, aveva iniziato in modo singolare: col gesto di sfamare cinquemila uomini con “cinque pani d’orzo e due pesci secchi”. La gente non comprende molto. Cerca Gesù ma per farlo re: un motivo dal quale egli fugge e non si fa trovare. Quando torna tra la gente dice, con un po’ d’ironia: “Voi mi cercate non perché avete visto i segni ma perché avete mangiato dei pani e vi siete saziati”. Soggiunge: “Procuratevi non il cibo che si consuma ma quello che dura per la vita eterna”. È il discorso dei due pani – il pane dello stomaco e quello del cielo – alla cui intelligenza Gesù tenta di sollevare coloro che “hanno mangiato e si sono saziati”. Il confronto si fa drammatico fino alle espressioni scioccanti: “Chi non mangia la mia carne e non beve il mio sangue non avrà la vita eterna”, che sono un’anticipazione di quanto dirà nell’ultima Cena. Ora Gesù lascia intravedere il filo sottilissimo che unisce i due pani senza soluzione di continuità. Pani distinti e pure identici, in nessun modo separabili. Dice infine: “Io sono il pane vivo disceso dal cielo”.

Leggi tutto: 23A Settimana Alfonsiana. Palermo, 23/30 settembre 2017

La rivoluzione in onda. In memoria di Mauro Rostagno

28 Settembre 2016, ore 9,00
Real Albergo delle Povere - Corso Calatafimi, 217

Presentazione e proiezione del film documentario

La rivoluzione in onda.
In memoria di Mauro Rostagno

Il documentario racconta l’impegno del giornalista sociologo Mauro Rostagno ucciso dalla mafia nel settembre del 1988 e il recupero dell’archivio audiovisivo acquisito dalla Filmoteca Regionale Siciliana nel 2015

Interventi di:
Caterina Greco, Direttore del CRICD
Riccardo Arena, Presidente Ordine Giornalisti di Sicilia
Laura Cappugi, Dirigente Filmoteca Regionale Siciliana
Alberto Castiglione, regista
Carla Rostagno, sorella di Mauro

Sottocategorie

I "feed" di ScuolaMuseo

Sito realizzato dalla Unità Operativa 3 - Valorizzazione e musealizzazione fondi
documentali e gabinetti di restauro, archivi e teche, R.E.I.S., L.I.M. del CRICD

Direttore Caterina Greco - Dirigente responsabile Orietta Sorgi
Progettazione e amministrazione Masi Ribaudo - Supporto tecnico e scientifico Carlo Columba

Sei qui: Home Articoli e recensioni - Beni culturali