L'Archivio Scuolamuseo REDIBIS offre più di 100 schede complete

  • Stampa

Completate oltre 100 schede dell'archivio Scuolamuseo.

Delle schede attualmente presenti sul portale, oltre cento (44 ÷146 più 203 e 204) sono finalmente complete e fruibili.
Ad esse sono associati più di 250 file di varia natura: testi, filmati e presentazioni contenenti centinaia di immagini.
I file offrono una vasta panoramica del patrimonio culturale e ambientale siciliano, mostrando contenuti di soggetto architettonico, naturalistico, antropologico, archivistico, linguistico, letterario - ed altro ancora - selezionati ed elaborati dagli Istituti scolastici dell'Isola nel corso di lunghi anni di collaborazione con l'Assessorato Regionale cui oggi fa capo la tutela e la salvaguardia dei Beni Culturali ed a cui, in passato, è stata anche intestata la cura dei Beni Ambientali e della Pubblica Istruzione. Qui, la continuità dell'impegno di Assunta Lupo, attuale dirigente dell'U.O. 24 del Servizio Valorizzazione, ha costituito nel tempo un riferimento certo per il mondo dell'educazione e dell'associazionismo culturale.

Per accedere alle schede, basta cliccare sul tag "Lavori", collocato proprio sotto l'header del sito. I file possono anche essere esplorati per tipologia, attraverso l'elenco riportato sul fianco sinistro della homepage.
Si tratta spesso di opere di documentazione pregevoli e preziose, che offrono un vasto repertorio di dati ed un’ampia gamma di esperienze didattiche, realizzate da scuole di ogni ordine e grado, e di opzioni pedagogiche. (continua)

Ma il lavoro va avanti, ad opera del CRICD, diretto da Marco Salerno, attraverso l’impegno degli addetti dell'U.O. 4, facente capo ad Orietta Sorgi.

Gli operatori - tecnici ed esperti - che si dedicano al progetto hanno finora inventariato oltre 200 dei circa 300 lavori realizzati dalle scuole siciliane, con l’aiuto di giovani tirocinanti la cui partecipazione è attestata nell’archivio virtuale.
Presto, tutte le schede di inventario saranno accessibili attraverso il portale Scuolamuseo, mentre a quelle già pubblicate continuano a venire associati i materiali risultanti da ciascuna esperienza didattica, attraverso una continua e paziente opera di analisi, revisione e adattamento per la fruizione.
Questo lavoro permetterà al pubblico più vasto di accedere ai frutti prodotti dal mondo della Scuola grazie al supporto economico e tecnico forniti dall'Assessorato, attraverso il suo Servizio Promozione e Valorizzazione, e dal CRICD, attraverso gli strumenti implementati nell’ambito di “Arca dei Suoni”: Scuolamuseo REDIBIS e la piattaforma per la didattica dei Beni Culturali Cricdlearn.

Masi Ribaudo